SPOSAMI

A tre anni mi nascosi dietro la gamba di mia zia.  Avevamo incrociato per strada una sua amica e suo figlio di dieci che spesso venivano in visita da noi.  Lentamente sbucai solo con la testa dalla gamba e dissi rivolta al ragazzino: “Da grande ti sposo”.

A quattro scendevo le scale della casa di mia nonna paterna, con mio zio Eridaneo, lui avrà avuto una ventina d’anni e seria seria gli dissi: “Tu fermati non crescere più, nel frattempo io cresco, ti raggiungo e ti sposo”.

A sei anni  mi “innamorai” di mio cugino e rimasi segretamente e fedelmente innamorata di lui fino a circa 1o anni. Non una parola, o un far capire, anzi se c’era lui io zitta e muta, sia mai capisse che mi piaceva e che “da grande lo sposo”.

Ora non è che voglio evidenziare una mia natura per due terzi incestuosa visto che mi volevo sposare mio zio e mio cugino;  e neppure una mia tendenza al matriarcato poligamo visto che a questo punto avrei tre mariti. Volevo solo evidenziare quanto sin da piccola io fossi portata per le relazioni serie, ma andando oltre…

A 11 anni volevo farmi suora, forse mi sarò detta che come “sposa di gesù” avrei avuto più certezze, ma probabilmente l’aver scoperto che avrei fatto parte di un harem, con altre centinaia di migliaia di suore deve avermi fatto cambiare idea, tendo alla monogamia.

A 14 anni al mare dagli zii, profumavo di nascosto il cuscino dove dormiva il bagnino di 16 anni con il mio profumo personale;  in tal modo ogni volta che mi avvicinavo lui sentiva il mio profumo e quando andava a letto si sarebbe ricordato di me.  Il tutto chiaramente senza aver mai rivelato niente a lui,  anzi facendo finta che non esistesse.  Questo d’estate.
Durante l’inverno mi dichiarai a un ragazzo di 16, Daniele, il quale mi disse: “Ora dobbiamo studiare, a fine scuola”. Fu così che mi si rivelò la mancanza di coraggio di una parte degli uomini. Lo scopri qualche mese dopo che il suo era un no (ho sempre avuto questa vena d’ingenua stupidità).

A 15 anni ebbi il mio primo ragazzo, lui ne aveva 19, era iscritto al primo anno di giurisprudenza.  Durò un anno, più che baci non gli concedevo. Lui strippava e io gli dicevo la purezza non è solo arrivare vergine al matrimonio.  Mi chiese di sposarlo. Lì scoprii che spesso mentiamo a noi stessi, pensavo di amarlo, quando mi chiese di sposarlo il senso di soffocamento alla gola mi fece capire che forse non lo amavo e l’unico motivo per cui stavo con lui era per avere un ragazzo.  Lo lasciai, poco dopo.

A 16 anni incappai nel primo uomo stronzo della mia vita (il karma a volte colpisce a breve, punita subito per il ragazzo dei 15),  sei mesi dopo sbottai con un “Ho chiuso con gli uomini!“.

E da allora che ho compreso la potenzialità delle stronzate pazzesche che posso sparare.

PS: per quello accaduto dai 18 in poi farò (forse) un post a parte
PPS: Si, nella foto sono io a tre anni circa.

Annunci

54 pensieri riguardo “SPOSAMI

    1. ghghhghg non è escluso

      (e invece di quella serata mi ricordo la noia, era una festa di fidanzamento, una volta si usava farla, e io guardavo i grandi e non capivo… fidanzamento…. ma va sposami subito 😛 )

  1. ti pesava il fiocco? hai una faccia ihihihihihihihih eri travolgente anche a tre anni, si vede :-). Pensa che sabato sera durante una cena gli amici del mio compagno ci hanno spostato a sorpresa, per finta ovviamente. Saputo qualche giorno fa che non eravamo sposati (ne erano certi, pensa un po’) si sono organizzati con tanto di fascia, codice civile, fedi, (due anelli di metallo per tende) testimoni e addirittura il bouquet. Non ho mai riso tanto in vita mia e penso che nessun vero matrimonio potrebbe essere migliore di quello che ho avuto. Quindi? quindi non mi sposo 😛

    1. E che da sempre quello che penso mi attraversa la faccia e si piazza li, ecco che vedi sulla foto.

      Ero una bambina timidissima, lo sono stata fino alla nascita di mia figlia (lo so che può non sembrare, ma come tutti i timidi ogni tanto fai cose coraggiose e pericolose proprio per vincere la timidezza).

      Per lo sposarsi, chissà non dispero, prima o poi qualcuno a cui dico “sposami” e lo fa magari lo trovo 😉

      (ma in verità a distanza di anni mi dico… e che non esserlo stata fino a oggi è stata una fortuna!)

  2. so, conosco la timidezza. Mi ha fatto fare la sciocchezza più grande della mia vita: mi ha fatto scegliere la scuola sbagliata solo per dimostrare chissà che cosa. Io, quella che leggeva benissimo e che scriveva temi lunghissimi scelsi l’istituto tecnico invece del liceo a cui mi voleva indirizzare il mio prof di italiano delle medie (candidato al nobel quindi qualcosa ne capiva). Decisi di andare in mezzo ai maschi (non avevamo nemmeno i cessi per le donne quando sono arrivata io, andavamo in quelli delle bidelle) solo per dimostrare che non era vero che ero timida (lo ero eccome se lo ero, timida e chiusa come un riccio). Però quella scelta sbagliata cambiò per sempre il mio carattere.

    1. Ho fatto le stesse cose Agane, pure io son andata in una scuola tecnica, volevo fare il perito elettrotecnico O__o !? ) 800 ragazzi e 4 ragazze…. e io ero portata per le materie letterarie…. ma fosse l’unIca cosa stupida che ho fatto nella vita ehehehh

      Però alla fine va bene, quelle cose stupide che ho fatto, insieme alle cose intelligenti fatte, hanno creato ME

  3. mi auguro che prima che pronunci le parole “ti sposo” al Lui, ci racconti che è successo dopo i 18 🙂
    guarda, ci sta quello che hai scritto: insomma noi bimbe si è donne fin da piccole.. concrete e decise… ma … farti suora???? :-)))))
    baciiii :*

    1. da donna concreta valutavo.. gesù uomo di valori e principi, determinato e con ideali, sincero e leale, certo e sicuro… azzo sta storia dell’harem però proprio no…. non posso 😉

    1. Decisa io!? Ero timidissima, da paura per quello prendevo la ricorsa a dire le cose e le buttavo fuori di botto a moì di bomba “Ti sposo!”.
      Se ero decisa non mi nascondevo dietro le gambe di mia zia, non sarei rimasta silente e “innamorata” di mio cugino per anni 😉 No? ehhehehe

      Però io la decisione man mano me la sono costruita, ora tentenno ancora per l’amore del cielo, ma solo ogni tanto 😉

      Ah single pure io (per il momento)

      1. Timida pure tu? Direi che ci sono già tre cose in comune tra me e te 🙂
        La decisione, a volte, sta anche nello scegliere di stare in silenzio o nascondersi dietro le gambe della zia.
        Ma questo tipo di decisione penso che solo le persone timide riescano a capirla. Così come la “fatica” che si fa a costruirsi la propria di decisione, passo dopo passo. Per alcuni è scontata, per altri è conquista.
        E non so perchè ma mi piace più la seconda 🙂

  4. la foto la dice lunga, è proprio la faccia da: “ma chi me lo ha fatto fare!” 🙂 comunque il fascino delle foto di una volta è sconvolgente. .. Ogni volta che ti leggo, mi sembra di rileggere un po’ la storia della mia vita, forse perché anche io ho vissuto cose surreali, e nonostante le ferite poi ho voltato pagina, rivisitando il tutto con ironia, anche dove in realtà, non ce n’è… beh io la fase suora la vivo adesso a 31 anni, credo sia una tappa obbligata per ogni donna che abbia a che fare con uno stronzo mega galattico. Solo che io sto cominciando a prenderla seriamente, sono solo indecisa tra carmelitane scalze e orsoline.

    1. Forse perchè certe “energie”, certe esperienze in qualche modo si richiamano (almeno io amo pensare questo, e per los tesso motivo cerco sempre di avere il sorriso e il cuore pulito).

      Si le foto di una volta sono di una intensità che le foto che trovi oggi non hanno… ma forse perchè una volta dietro ogni foto c’era un fotografo, oggi ci sono milioni di iphone 😛

      La fase suora… che dirti io son suora dentro (come dice un mio amico), ma questo non toglie che dopo essersi pulite il cuore dalla merda dello stronzo ipergalattivo, si possa amare ancora…. io son ancora single ma non dispero e sorrido 🙂

      E ti consiglio l’ordine delle suore goderecce 😉

  5. cavoli mi vien da dire per non essere scurrile, anche tu una scelta come la mia 😛 o io come la tua :-P. Però hai ragione, se non avessimo “sbagliato” non saremmo quelle che siamo e quindi va bene così 🙂

  6. io invece ho impegato veramente tanto a capire che il genere femminile avrebbe potuto essere interessante…e poi quando l’ho capito sono stato punito pure io dal karma (ricordo ancora una sonora e grassa risata di una biondina al mare alla quale avevo chiesto di metterci insieme).
    Da li in poi tutta questione di volpe e uva…
    Oggi poi sono diventato anche egocentrico e questo commento lo dimostra 😉

  7. Nei momenti di panico e dolore e ormoni impazziti si sparano cazzate come se piovessero.
    Meno male che Chi ci ha “inventato” ci ha fatto anche sani di mente …. ogni tanto!!! 😉

  8. Sguardo vispetto e sbarazzino che suscita però un sorriso e la voglia di schioccare tanti baciottini!! 🙂

    E’ bello scoprirti attraverso i tuoi post… scoprirti e ricredermi… io che i primi tempi pensavo che fossi un’anima bella, ma profondamante diversa da me se non diametralmente opposta…
    Beh… ho toppato! :-/ Più ti leggo e più rivedo in te parti di me… e imparo che la leggerezza non è superficialità ma carattere.
    GRAZIE

  9. Ahahah! Guarda Romina che sarebbe bastato veramente poco per far risultare valido il tuo matrimonio, non lo sapevi? 😉 ti è andata bene! 🙂

  10. Avevo lasciato un commento… ma se l’è mangiato. Dicevo che una bambina bella così di cose ne avrà da raccontare, da grande. Per questo aspetto con fiducia il tuo post per maggiorenni! 🙂

      1. peccato! A Firenze sono anche sparite tutte le sale a luci rosse… quindi mi stai dicendo che dovrò cercarlo su youporn? 🙂

  11. La foto è bellissima e la tua espressione mi ha fatta morire dalle risate, si vede che eri annoiata. 🙂 Bel post, me li ricordo i fidanzamenti di una volta. Pensa che in alcuni posti fuori dal tempo, persistono ancora. Ammiro questa tua espressione di volontà da piccola nell’ “io ti sposo”, a me sta già venendo l’orticaria dopo aver scritto spo…vedi non riesco nemmeno a dirlo 😉 Non farci caso, d’altronde io oscillo sempre tra le storie serie e la misognia al femminile…

      1. Io ci credo all’amore ma nei rapporti fatico, fuggo, torno, sono lì e vorrei essere in un altro posto, vado in quel posto e vorrei tornare dov’ero prima, di solito li avverto prima quei poveretti interessati a me, così abbandonano ogni speranza in partenza e si preparano per le montagne russe, magari è un mio metterli alla prova, per dire se superi il peggio, avrai il meglio, boh…

    1. qua è sempre tutto senza legge….

      sappi che anche io le amo e ho un cassetto pieno, tanto che ho pensato di inventar una storia per ogni foto di sana pianta, come fossero dei racconti… abbinando una foro della mia famiglia 🙂 (chiaramente dicendo che son racconti e non parte della mia vita)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...