PROFEZIA

Che era così lo sapevi già.
Loro appartengono a quelli che comprendono solo quando capita anche loro.
Photo by Erwin Olaf

Lo avevi intuito, quando avevi il petto squarciato, ferita aperta al mondo. Loro non compresero e lentamente scivolarono via da te. Lasciandoti nel buio.

Ti hanno lasciato solo. Lì in quelle giornate vuote in cui precipitavi con il peso delle domande sopra di te. Ti hanno dimenticato nelle loro tiepide serate estive, mentre tu gelavi al freddo. Ti hanno scordato a bordo strada sotto la cocente realtà. E no, non hanno capito, che il tuo ululare era solo la paura di una nuova lama nel dorso, e non l’attacco alle loro gole.

Si lo sapevi, sarebbe arrivato il momento, la ferita aperta sarebbe stata la loro. Sarebbero arrivati a te per chiederti quello che loro non avevano dato.

Pregustavi il momento, quello in cui li avresti coperti d’insulti, li avresti cacciati a malo modo, fuori nel freddo, con le loro ferite aperte a errare da soli, come avevi fatto tu.

Ne eri sicuro, il dolore acuisce la preveggenza, sarebbero arrivati.

Ora che il primo di loro è qui. Ora puoi rivalerti, mentre il silenzio avvolge.
Abbassi lo sguardo sulla sua schiena piegata dal dolore. E’ così facile. La tua mano cinge la lama. Ti chini. Sospiri. Fai cadere la lama e protendi la mano verso lui. Lo aiuti a rialzarsi.

Non capirà, non capirà cosa hai fatto, ma tu sì e questo ti basta.

Annunci

12 pensieri riguardo “PROFEZIA

  1. Capisco. Comprendo. Approvo. Non ho mai amato…nemmeno contemplato a dire il vero…il piacere della vendetta. Non credo assolutamente nel “mal comune mezzo gaudio”…anzi.
    Scritto davvero bene…come se tu l’avessi vissuto 😉

  2. Se vuoi… ti lascio il lato meschino di questo gesto (perchè non tutte le lame son visibili, subito).
    Uno, ne uscito con le proprie zampe da solo, a fatica ed ora sa come fare.
    Invece nell’altro caso… la lama sarebbe stata eclatante, definitiva, la mano no. Ma quella mano fa due cose, con quel gesto, aiuta ad rialzare il malcapitato ed allo stesso gli lega un bel guinzaglio al collo, ora “dipendi” da me.
    Perchè la Fantasia, non ha limiti.
    I buoni son buoni, i cattivi son cattivi 🙂

    1. Il lato meschino lo sapevo che poteva esserci, l’avevo visto 😛 ma il lato meschino è stato frantumato dalla frase finale

      “Non capirà, non capirà cosa hai fatto, ma tu sì e questo ti basta.”

      Ammesso (e non concesso) che chi riceve il gesto se ne renda conto, in ogni caso non capirà, quello intende la frase. Penserà di averla solo scampata. Che l’altro è stupido.

      Non ci sono buoni o cattivi, ma solo scelte di vita, ogni volta… e principi che puoi/vuoi seguire o no….

      (ma lo sai io son talebana)

  3. L’avevo capita giusta allora. Esistono i perdonanti. E i perdonati neanche lo sanno. Anche giusto in fondo. Poi c’è l’amore, quello grande, che non conoscerà mai nessun perdono – ce n’è pochi però, non ti credere.. 😉 –

    1. C’è ne poco di amore grande intendi?
      Sinceramente? C’è poco amore a prescindere dalla grandezza. In questa cosietà chiamiamo amore un sacco di cose, che nulla hanno a che fare con esso 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...