MATERIA

Spiegami queste giornate, rare, in cui la bocca dello stomaco freme, friccica e irradia a raggio intorno a se una vibrazione, come un’antenna che sparge un suono verso il cielo.

Dimmi perchè nonostante la mia forza, a volte capita, son così fragile.

Cercami nei meandri del tuo cuore.

Domandami perché, a volte, vorrei appoggiare il capo su un luogo sicuro, socchiudere gli occhi e riposare l’anima.

Ricordami come mai son ancora chiave e spesso specchio, ma io non mi rifletto.

Conducimi in una bolla, fa che i miei pensieri volino via con lei, quando con un dito la sfiorerai.

Proteggimi, da chi non mi comprende.

Promettimi, che prima o poi, lo spazio e il tempo saranno insieme, perderò coscienza di me e avrò coscienza di noi.

“Siamo fatti anche noi della materia
di cui son fatti i sogni
e nello spazio e nel tempo d’un sogno
è racchiusa la nostra breve vita”

photo by Anka Zhuravleva

Annunci

16 pensieri riguardo “MATERIA

    1. Non ho un “destinatario” ho scritto una vibrazione del cuore, che poi io stia cercando a chi dirle, bè se capita perchè no.. 😉

      Sappi che comunque il mio blog non è nascosto a nessuno, ma proprio nessuno e invece io voglio sapere…
      “perchè domandi se questo ipotetico lui mi legge?” 🙂

  1. Un componimento scritto tra sogno e realtà, un dono raro per colui al quale è destinato. Complimenti Diamanta per le parole che infili come perle in forma di collana.
    Un piacere leggerti.
    Con stima.
    haffner

    1. Come detto non ho un “destinatario”, in fondo scrivendo ho solo fatto quello che dico all’inizio del post “..irradia a raggio intorno a se una vibrazione, come un’antenna che sparge un suono verso il cielo”.

      Io il vero amore lo cerco ancora, e non lo confondo con i bisogni, le paure, e con tutte quelle cose che vedo tengono insieme 9 coppie su 10. Che dici!? Che morirò senza trovarlo? Può essere, ma non voglio amar (e esser amanta) in altro modo.

      PS: il piacere e leggere quello che dici dei miei post “parole che infili cone perle”.. grazie…

  2. O non sei chiave o non sei specchio, il riflesso manca per tale motivo. Non credo che siano parole dedicate a qualcuno in particolare, forse a te stessa e alla tua ricerca di vita. Non ti dico altro se non che scrivi bene, talvolta ancora meglio.

    1. Bravo, vero non son parole dedicate a qualcuno in particolare, ma alla mia ricerca (anche di un amore perchè no, mica lo ha vietato il medico :P), perchè più divento vecch… ops saggia, più mi rendo conto che dentro di me troverò la chiave per il “fuori”.

      Per le tue parole e per avermi “vista”, grazie…

  3. Ma questa undicesima susinaequivalente (Prunus Domestica) è sempre così acerba o per agosto possiamo sperare che si addolcisca? Capisco che “per lei è tutto ininfluente” ma per il noto principio della fotosintesi un quanto di luce, 6 molecole di CO2 e 6 di H2O si traducono in C6H12O6 + 6O2.
    Un po’ di zucchero, cara signora, e la pillola va giù.
    Suo devoto Neoesperidina, Taumatina, Aspartame, Saccarina.
    haffner

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...