PUNTINI

Non sto scrivendo post.
Eppure io un post l’ho scritto sette giorni fa. Poi l’ho congelato.
Perché quel post è un punto. E il punto è una cosa definitiva nel mio mondo.
Non son sicura di volere il punto.

In questo momento son portata ai puntini di sospensione, a quello che potrebbe ma non si sa, nonostante tutto il mio terrore del mostro che potrebbe nascondersi nel “non si sa”. Terrore che spesso mi manda in panico e mi fa comportare come non sono.

In questo esatto momento i puntini mi lasciano respirare, mentre il punto mi blocca il respiro, come un pugno in pieno stomaco.

Io lo so che i puntini son spesso manipolativi, lasciano a intendere ma non dicono nulla, ma il punto, in questo momento, mi spaventa di più. Non perchè il punto è definitivo, ma per il timore di scoprirmi fragile. Dirlo “Punto” e poi disattendermi. Non mi perdonerei mai.

E allora quel post rimane lì, in attesa, di esser cancellato o di dargli ali.
Nel frattempo vede la luce questo, con la domanda insita, se i puntini diverranno “punto e a capo” o “due punti e virgolette”.

Le parole son gocce di rugiada nel deserto, i fatti son semi piantati nel limo.
puntini sospensivi

Annunci

52 pensieri riguardo “PUNTINI

  1. Ahahaha!!!! Anch’io utilizzo sempre i puntini di sospensione…… faccio molta fatica a mettere un bel punto e a capo. Insicurezza, paura, voler lasciare al nostro interlocutore un’altra interpretazione? Non so……

    1. Io non li uso molto. Son manipolativi e anche se tu non li usi per quello, spesso l’altro intende quello che ha in mente lui e non quello che hai in mente tu.

      Ma ci son volte, cazzo, che non ci son parole, e allora quei cazzo di puntini li metto pure…

      1. E’ come se diventasse definitiva. Basta lo hai detto è lì… I pensieri sono inconsistenti come nebbia, le parole volano via perdendosi in un universo in continuo movimento, ma quello che scrivi è lì… nero su bianco.

      2. quello si, e te lo ricordano nel tempo poi, di cosa hai detto e cosa hai fatto… senza via di scampo

        (anche quello che hanno dteto e fatto gli altri però 😛 )

    1. Ognuno ha il suo modo 🙂 io non scrivo perchè mi sembra più vera, ma perchè la osservo da esterna.
      Scrivo di me, del mio mondo reale e non, e così lo vedo e osservo come fossi esterna e questo mi aiuta a capire spesso, ma non sempre 😛

  2. … Io son sempre in sospensione… Sia prima che dopo… Perché qualcosa era da dire prima ma rimane impigliata nei pensieri… E qualcosa resta sempre dopo… Qualcosa che non si riesce a definire…. Uuuuu! Quanto ti capisco… 😉

  3. anch’io sono in un periodo tutto puntini di sospensione che si fanno interrogativi e viceversa. però, a pensarci, anche un “punto fermo” non è necessariamente vincolante “fino alla morte”. può essere solo una “porzione” di un tutto…un po’ come un capoverso all’interno di un romanzo 🙂

  4. io sono anche sostenitrice dei puntini, a patto che non siano manipolativi…se serve tempo e se i puntini possono dare un po’ di respiro w i puntini. In attesa del tuo post, se ci sarà, ho apprezzato molto questo!

  5. Il punto del punto forse è non pensare di contraddirsi se si va a capo dopo che è stato messo.
    Ipotizzare che questo possa accadere è già segno che sul “testo” si può intervenire con delle revisioni prima di pensare ai segni d’interpunzione.
    Mi auguro che tu scelga solo quello che fa bene a te 😀

    1. Il punto è punto.
      Altrimenti come già detto sarebbe un punto e virgola, un due punti o una virgola.

      Non si sceglie mai da soli, ma ci si influenza in maniera vicendevole, in ogni tipo di rapporto.

      Io mi auguro di fare la scelta giusta.

      :*

  6. Pensati…sono nella stessa identica situazione. Ma proprio identica. Anch’io ho in letargo un punto, ma attendo per non disattendermi.

    1. Fase puntinosa per entrambe allora 🙂

      In ogni caso, non so tu, ma io son impaziente di natura 😉

      ho imparato che bisogna dar tempo alle cose, ma di non eccedere, per non sprecare la mia vita in tempo di attese inutili (ne ho già sprecato così tanto).

      Rimango nei puntini, ma hanno data di scadenza come la panna in estate :*

  7. Non ci provate. Io campo di punti, puntini, virgole, a capo.
    M’interpunziono la vita.. lascio sospeso, lascio intendere, lascio.
    Poi riprendo.. se credi..
    Se non credi no, ma intanto sono io a non credere, a lasciarmi intendere addosso dalle mie dita frenetiche che a volte, marinettianamente, se ne strafottono di tutta la punteggiatura del mondo oppure l’ammucchiano alla rinfusa come un pensiero che ti frulla sulla tastiera.. e pensala come vuoi.. sembrano intendere i puntini seminati a mollichina nel bosco.
    Sembrano.

  8. Io amo i puntini, saranno anche ambigui ma io preferisco pensare che lasciano a chi legge la scelta su come interpretarli. Perché i puntini sono l’espressione di qualcosa lasciato in sospeso, aprono orizzonti infiniti, i puntini sono indecisione, domanda, speranza, paura, attesa … soprattutto attesa. Potrei fare un post tutto di puntini, sto passando un periodo di totale assenza di idee, un periodo puntinato …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...