MA TU SEI FORTE

Sciogli i capelli, cadono lentamente sulle spalle, il loro sfiorarti ti fa pensare a mani che accarezzano lievemente.
Loro pensano ormoni ma non sanno nulla di te.

Appoggi l’indice sul lato sinistro del tuo labbro semiaperto, quasi a zittirti e impedirti di dire sciocchezze, di cui poi ti pentirai. Ti vedono tutti così “Ma tu sei forte”. Come se ci fossi nata e non ti fosse costato invece ampi pezzi di te.
lips

Ma tu sei forte. Senza sapere delle mie fragilità frantumate come vetro, schegge entrate nel cuore.
Ma tu sei forte. Non mi hanno visto, raggomitolata nel letto, quasi a voler rientrare nell’utero del mondo.
Ma tu sei forte. Non hanno sentito il rumore dei miei pugni sull’armadio e il frastuono delle lacrime.
Ma tu sei forte. Non vedono la stanchezza che a volte mi prende, quando vorrei appoggiare il capo, anche solo per poco, su una spalla sicura.
Ma tu sei forte. Non ti hanno notato quando affondavi, tanto te la saresti cavata.

Si lo sono, talmente tanto da aprire il cuore e lasciare che vediate che la mia forza è fatta da fragilità intrecciate tra loro.

Annunci

43 pensieri riguardo “MA TU SEI FORTE

  1. La fragilità fa paura, molto più della forza….

    Che ne sanno poi loro se piangiamo di notte sotto le lenzuola per non farci sentire!
    Che ne sanno loro che uno la forza non ce l’ha ma cerca solo di affrontare le situazione come pensa sia meglio…

    I forti sanguinano di più perchè sentono il peso anche delle ferite degli altri!

      1. Si vede che la mia ascia è sepolta più profondamente…

        Sai comè ogni anno uno strato si aggiunge a quello precedente, e io di lune ne ho molte all’attivo

        (Ma lei mi piace, e son felice per lei, ogni tanto una la vita la salva, per far illudere le altre 😛 )

        (abbastanza cinica? 😛 )

      2. Per me l’amore non è nazista… l’amore è amore, [son gli uomini (e le donne) che son stronzi/e].

        Io mi ricordo sempre che la parola amore non contiene solo i rapporti tra coppie (di qualsiasi genere).
        L’amore è esigente, ma mai nazista e non chiede mai vittime.

      3. I danni collaterali esistono, sono le vittime causate dal nuovo amore, le mie cicatrici lo dimostrano. Naturalmente non succede sempre, due persone sole che s’incontrano creano solo una nuova famiglia.

      4. Non so, mi avvalgo della facoltà di pensarci sopra, so che a volte l’amore frantuma, ma c’è quaclosa che nell’insieme che non fa dire “non so”.
        Davvero , non mi so spiegare meglio, in questo momento.

        Sarà che io non abbino alla parola amore solo “famiglia” e/o “coppia”

      5. Col nuovo amore ho perso anche il cane e perderò la mia cara casina al mare, nei luoghi dove ho trascorso la giovinezza…….. L’amore è nazista, per raggiungere la felicità con la mia piccolina dovrò rinunciare a parte dei miei affetti.

      6. uhmmmm
        vedi ho questa frase che mi circola nelle vene da anni, viene dalla thailandia e stata detta a una mia amica, alla quale l’ha detta a me, e io l’ho detta a molte altre persone, è un afrase che mi ha salvato e ha salvato altre persone

        l’amore non è dolore

        di conseguenza uhmmm non so (ancora) se nazista e amore accanto mi convince 🙂
        a

      7. Lo so, dovrei essere più cinico, non pensare alle sofferenze dei miei figli, di mio padre, della madre dei miei figli….. ma il cinismo cozzerebbe col romanticismo. L’amore è anche dolore, quasi sempre. Non esiste il bene senza il male…….

    1. Quelli son opportunisti paraculi, incontrati, come potrei non averli mai incontrati in questo mondo, ma non mi preoccupano per niente. Non hanno potere con me.

      Se ti consola saperlo son dei deboli, non son forti.
      Son degli egocentrici, spaventati di non farcela.

      1. Dico: per l’esterno sarai quella che lasci trapelare all’esterno. Non puoi lamentarti se ti percepiscono per come ti lasci percepire.

        (non le guardo mai le foto, qui, tanto non sei tu).
        ((la frase, gioco di parole, dovrebbe suonare tipo: figo!… allora sei così, in realtà? ))

      2. Quello che io lascio trapelare o metto proprio in mostra, quasi mai e quello che vedono gli altri.

        Non dipende da me, o meglio, io tendo a cercare di non pesare sugli altri. Ma da questo a pensare che io sia superwoman ne passa.

        La verità è che le persone vedono con i loro occhi e le loro esperienze, non vedono te per quello che sei e le tue esperienze.

        Questo lo reputo normale, ognuno di noi vede la propria realtà, pure io, quello che mi a volte mi pesa e che la maggior parte pensa che siccome sei forte non senti dolore, non hai sensibilità, non hai momenti di debolezza, non hai mai bisogno.

        Oh non tutti… certamente, ma tanti e tanti e tanti.

        Mi dicono spesso questa frase “ma tu sei forte” quando in un discorso cerco di fa vedere/intuire/percepire una cosa dal mio punto di vista(me lo hanno chiesto sia ben chiaro, non distribuisco parole non richieste). Di solito vederla prevede una decisione che non si vuol prendere. E allora scatta la frase…

        Peccato se mi avessi chiesto ti avrei detto che son le mie labbra
        (seeeeeeeeeeeeeeeeeeee credici 😛 😛 😛 )

      3. Allora ogni tanto lasciale andare quelle labbra. Quanno ce vo’ ce vo’ e a chi je tocca nun s’ engrugna.
        Capisco benissimo il non voler pesare, è la mia filosofia di vita. A me che sono forte non lo dicono, però magari a volte rode che faccio/facciamo tutto da soli. Quasi come a giustificare le proprie debolezze prendendo la scorciatoia del “vabbè facile per te, tu sei forte”.
        Allora togli il dito dalle labbra e cantagliele.

  2. Ci sono quelle forti che non piangono mai (neanche dentro), che prendono a pugni il mondo invece che l’armadio e non hanno bisogno di spalle dove appisolare la malinconia. Certo non fai parte del Club.
    Ma entrarci con la tessera falsificata ti piacerebbe un casino.. dì la verità… 😉

      1. ..che al commento precedente entro come flampur in neretto anonimo non riconducibile..senza contare che su blogspot sono ormai franco battaglia da una vita.. ihih..

  3. Mi hanno talmente detto che sono forte d’averci quasi creduto. Quando ho compreso che si trattava di un’ inc…ta perenne, ho deciso che non lo ero affatto e sono passata al:<>. Deresponsabilizzante e decisamente salvavita.
    Un bacio amica dall’anima gemella
    S

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...