FOLATA

Te lo dice all’improvviso: “Non succederà mai, ma tu non potresti essere in ogni caso l’avventura di una notte, o uno sfizio da togliersi”. Quelle parole arrivano sul volto, improvvisa folata che ti scompiglia i capelli. Tu lo sai, lo senti, lo percepisci, son parole che pensa e non un’esca.
Questa folata in questo lunedì mattina, ti fa sedere a pensare.

La maggior parte degli uomini non ti vede così. Colpa dell’età, colpa della vita, colpa di checcazzoneso, e sinceramente, checazzomenefrega, cercano un attimo fuggevole per lenire il vuoto, per riempire una vita costruita sulla sicurezza, sul controllo (proprio e altrui), sulla noia e sul bisogno. Che ottimo diversivo puoi essere.

Piccoli stupidi, avete sempre confuso il mio esser libera con disponibilità sessuale. Le vostre gonadi vi hanno reso schiavi ottusi e neppure ve ne rendete conto.

Poi arriva questa frase, ma dire questa frase vuol dire arrivi tu a dirla. E mi lasci interdetta a pensare. Mi hai visto per quello che sono, senza nessuno sforzo, celata nelle pieghe di quello che scrivo e dico, mi hai visto e basta. Nessuna bugia, nessuna pressione, nessuna falsità, nessun chiedermi qualcosa. Mi hai fatto solo sapere “Ti ho vista”.

Il mio sedermi a pensare è stato il tempo necessario per far passare la folata tra i capelli e il tempo di scrivere: “Peccato che le persone giuste io le incontri sempre nel momento sbagliato”.
Photo by Oleg Oprisco

Annunci

42 pensieri riguardo “FOLATA

  1. Ho notato che un uomo più rimane solo e meno voglia ha di condividere la vita o la casa con qualcuno, subentra un egoismo infantile. Io mi sono ritrovato in una casa vuota ed impazzisco, non ne sono abituato, in molti invece preferiscono vivere con le storie di una botta e via. Questo vuol dire sicuramente che meriti di più e non solo un’avventura.

    1. Tu non sei solo tu hai unamore ti aspetta… 😛

      Tu stai vivendo da solo “fisicamente” e non sei abituato, questo all’inizio è destabilizzante. Chi vive “solo fisicamente” non è detto che sia solo emotivamente, anzi spesso si crea una fitta rete di legami e vita che rendono tutto tranne che “solo”.

      Le gonadi che invece cito io non hanno problemi di solitudine intesa come puoi averla (momentaneamente) tu o chi vive un breve periodo si solitudine emotiva, son gonadi…. se vuoi te ne parlo, ma sprecar tempo per loro? Se vogliamo farci qualche risata però possiamo parlarne 😉

      PS: ahimè l’amore non si merita, l’amore arriva e basta, se sei fortunato

      1. Gonadi immature o con la sindrome di peter pan, ma in questo caso la soluzione più semplice di solito è quella più vera, ovvero non sono veramente innamorati.

        Ci son gonadi peggiori però. Tra queste: uno di questi che viveva con papà e mammà, e con una storia in atto, al mio “ma sei fidanzato!” è stato capace di dirmi “sono fidanzato ma non troppo”, questa invece è una gonade cogliona proprio 😛

  2. io ho sempre pensato che tutte queste gonadi qualche difetto di fabbricazione ce l’abbiano eccome…. qualche inceppo negli ingranaggi….boh… ad ogni modo, le uniche gonadi che mi interessano sono quelle che ci vedono bene, quelle che vedono oltre… 🙂 baci

  3. “Le vostre gonadi vi hanno reso schiavi ottusi e neppure ve ne rendete conto.”
    È un efficace atto d’accusa. Credo che sia ora che noi uomini ci facciamo qualche secolo in bagni penali o ai lavori forzati. Ne abbiamo di cose da scontare… 😀

    1. il genere maschile è pieno di gonadi, ma non son tutti gonadi sai 🙂 e ti dirò più ho conosciuto un sacco di donne gonadi.
      E così che ho scoperto che le gonadi son una terza parte che popola il mondo. Uomini, donne e gonadi 😉

      1. Me lo auguro anche io. Ma la teoria dell’adattamento darwiniana che ormai ha quasi due secoli, è un’ineluttabile verità. Tutti gli esseri viventi si adattano alle condizioni ambientali e ai comportamenti delle specie con cui interagiscono. Una condotta di vita più prosaica è purtroppo il prodotto di una società che spinge verso l’individualismo e l’isolazionismo emotivo.

  4. seee…la folata di vento nei capelli….proprio a me lo vieni a dire?

    Comunque…lui ti ha detto “Non succederà mai, ma tu non potresti essere in ogni caso l’avventura di una notte, o uno sfizio da togliersi”…ma tu mica gli hai letto nel pensiero quel…”anche se….” 😉

    1. Son un pesce vecchio, sfuggito a parecchie esche, tra cui l’ultima, non troppo tempo fa, era un “ti amo”.
      Attenzione però dovevi tradurla, parlava una lingua aliena, perchè il suo vero significato era “scusa ti prendo per il culo, ma ho lo sperma a livello occhi, mi sta fuoriescendo dal naso e se non faccio qualcosa, muoio soffocato”.
      E’ ancora vivo, deve aver trovato qualcun altra, perchè se dipendeva da me era già morto 😉

      1. E già, si può morire per le palle piene, dovrebbero fornirci un servizio mutuabile per svuotarcele, una sorta di terapia salva vita, un po’ come la dialisi. La Minetti ce la vedrei bene come Ministro della Sanità, darebbe anima e corpo per questo tipo di servizio….

      2. Ma poi la carta di credito la diamo alla mungitrice…….. e solitamente funziona così anche nella realtà…. uno si sposa una mungitrice… 🙂 Lo sai che scherzo, vero? Prima di ritrovarti sotto casa con un cric in mano……

  5. E’ sparito il mio commento… osservavo che oltre all’esperienza di incontrare la persona giusta al momento sbagliato a me è anche capitato di incontrare la persona sbagliata nel momento sbagliato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...