SEGURA

Leggo una frase sulla felicità e mi viene in mente lei.
Lei che in questo momento della sua vita felice non è.
Lei guarda la foto e mi domanda “Segura?”
seguro

Lei vive questa vita strappandosi sorrisi, un po’ rassegnata, un po’ stanca.

Io e Lei, ci conosciamo da anni. Le parole ci hanno attratto una verso l’altra, le mie lunghe e le sue corte. Certo “conosco” riferita a noi due parrebbe una parola difficile, non ci siamo mai viste, eppure “conosco” è il verbo giusto.

Ah Amica mia, noi cerchiamo sempre fuori questa benedetta felicità, ma è insita in noi. Solo che abbiamo perso il sentiero da piccole.

Quando eravamo cuccioli, lo percorrevamo da soli, senza problemi, bastava un niente, ed eravamo già là saltellanti a camminarci sopra.
Poi, non so di preciso come e perché, ad un certo punto smettiamo di andarci, forse attirati da pifferai magici su altre strade.

A quel punto, il nostro sentiero della felicità viene invaso dai ragionamenti e dalle parole che ci dicono: “Non sognare, è impossibile, dai non si può, dai non devi, sii brava, sii giudiziosa, sii responsabile, sii logica, noi sei all’altezza, insomma, che credi”. E noi lo perdiamo quel sentiero, noi ci perdiamo e perdendo noi perdiamo la nostra felicità.

Passiamo la maggior parte della nostra vita da adulti a cercarlo per ritrovarci e ritrovare la felicità. Ma sbagliamo, cerchiamo fuori. Possiamo ritrovarlo quel sentiero, vive in noi e ci attende.

Facci caso, quando siamo felici a prescindere dagli altri, accade che attiriamo le persone come calamite. Ci fanno gesti gentili, ci sorridono per strada, cercano un contatto con noi, vogliono comunicar con noi.  La felicità è un’energia potente.

Quando siamo tristi e infelici, le persone non ci vedono, diventiamo dei fantasmi, invisibili agli occhi dei più, l’infelicità è un buco nero.

Costruisci la tua vita senza rimaner in balia di vite altrui, esiste una sola felicità è vive dentro te. Felicità e viver amando intensamente, ma senza esser schiavo di niente e nessuno. Si forse non hai tutto quello che speravi a vent’anni, ma hai molto di più di quello che pensavi.

Oh non ho detto che è facilissimo, ho detto che è possibile.

Amica mia, la felicità è una decisione di cammino, quindi: Sì, segura, segurissima.

18 pensieri riguardo “SEGURA

  1. ho passato una vita a interrogarmi sulla felicità, a chiedere a Qualcuno o Qualcosa di rendermi felice, delegando ad altri ogni decisione in merito.
    E non mi accorgevo di quale potere avessi in mano.
    su noi stessi, possiamo tutto.
    tutto.
    non qualcosa, non tante cose, ma tutto.
    basta volerlo.
    e per volerlo intendo deciderlo.
    eppure quando non abbiamo ciò che crediamo sia ciò di cui abbiamo bisogno, sembra impossibile.
    le felicità è ritornare in sè.
    è capire di quanto siamo potenti per noi stessi.
    basterebbe aprire gli occhi e, sì, questo a volte appare tremendamente difficile, mentre invece è incredibilmente facile (dopo, :P).
    la tua amica però è fortunata: ha te, che a restituire lo sguardo ai ciechi, sei la numero uno.

    1. tu lo sai il bene che ti voglio bene vero?

      e io a te ho avuto la fortuna di abbracciarti ❤

      e quando tornerò a roma, la mia amica "segura" te la presento, perchè ora abita vicino a te

  2. Non credo esista la felicità ….esistono la serenità, la soddisfazione, la consapevolezza di quanto si abbia. Ma la felicità è una chimera.

    1. Esiste la felicità, ma come ogni cosa nella vita, va e viene.

      Quando viene cerco di coltivarla il più possile, quando viene, cerco nuovi sentieri dove trovarla quando va via.

      Guarda non intendo solo felicità per amori (grandi o piccoli che siano), ho avuto guizzi di felicità anche a sollevare lo sguardo e vedere un cielo, a sentire il sapore salato sulle labbre del mare di Alicante (ricordo ancora vivido nonostante siano pasasti dieci anni).
      Ti giuro, non è retorica, e o son una vecchia newagehippy con i primi sintoni di riconglionimento. La felicità va coltivata, devi saperla cogliere, non ti cade dal cielo, e la cogli tantissimo da queste cose.

      Io paragono la (mia) vita (ma anche la vita in generale) a un’onda. Tutto qui. la felicità, a volte ti è compagna a volte no.

  3. La felicità secondo me è contentezza e pienezza di qualcosa. E’ uno stato necessariamente transitorio e per questo ne godiamo quando ci capita di viverlo. Le persone perennemente felici non mi convincono.

    1. Ho risposto ora qua a Fedigrafo. Per me la vita (e quindi tutte le emozioni, compresa la felicità) è un’onda, quindi a volte la felicità ci è compagna, a volte no.

      Ma attenzione non averla per compagna per alcuni pezzi, non vuol dire l’opposto, esser infelici.
      Puoi non essere felice per un pezzo di vita, ma esser serena

Rispondi a diamanta Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...