JUNI

Avrei dovuto capirlo da sola, dalle volte in cui dicevo e mi dicevo: “No, prima del 2023 no!”
Perché quel dirlo era un tentativo di convincimento a non far caxxate. Poi ci si mette il destino con una bassottina dal nome Eos, un negozio di articoli di animali, il Pet Queen di Lecco e ora mi ritrovo a vivere con Juni:

Juni ha quasi 11 anni. E’ un cane diversamente giovane. Con un passato diversamente bello.

Juni è un Cavalier King, ma di regale negli ultimi anni ha avuto poco.

Juni gli ultimi tre anni della sua vita li ha trascorsi su un terrazzino.

Juni una volta era di una coppia, che ha deciso di separarsi, e ha deciso che nessuno dei due voleva il cane.

Juni volevano sopprimerla, “Io non la voglio, te non la vuoi, tanto ormai è vecchia, sopprimiamola” (e pensare che si separavano perché non andavano d’accordo e su questa cosa invece, sì. Dovreste rimettervi insieme sapete!? Vi meritate a vicenda).

Juni in qualche modo è stata salvata, non è finita in un canile, ma a novembre è giunta in un “posto” dal quale l’ho presa ieri in tarda mattinata. Dove non era più desiderata.

Juni l’ho portata subito dal veterinario, anzi la veterinaria, Alessia Maffioli, bravissima (Clinica Veterinaria di Lecco, uniscono amore e professionalità insieme, un binomio da paura per curare gli animali).

Juni dentro l’orecchio destro è in uno stato pietoso. Pieno di batteri che le hanno causato, le causano, pus, problemi e la fanno puzzare tantissimo. Il sinistro non è chiaro come sia messo. Ora siamo in attesa del referto per capire di preciso quale batterio è, così oltre agli antibiotici da mettere in loco, si sa quale dargli per bocca, e farla finalmente guarire.

Juni ha anche un pò di cataratta.

Juni è incontinente, ma questo nessuno me l’aveva detto, nonostante io avessi chiesto che problemi avesse. Ora, potrei anche sbagliarmi, ma i casi son due, o erano in malafede nel non dirmelo, o non curavano il cane. Non ti puoi non accorgere di questa cosa a questo livello. Ma questo mio dire è solo una constatazione, tanto vendono i pannolini per cane. Lei dove era prima non torna più!

Juni è pigra, mi hanno detto, ma non è vero, le piace stare in giro e muoversi. Certo ha 11 anni e per un cane che ha una vita media che va dai 9 ai 14 anni, è normale stancarsi prima. Vorrei veder loro a 65 far la corsa a ostacoli e non esser stanchi dopo.

Juni sta per i fatti suoi, mi hanno detto, ma non è vero, le piace interagire e le piace tantissimo starti vicino, anche se dorme.

Juni, dalla veterinaria, abbiamo dovuto quasi tosarla, tanto era pieni di nodi e “petole” sul mantello.

Juni sabato prossimo ha già l’appuntamento per la tolettattura e diventare ancora più bella di come è.

Juni è dolce, coccolona, docile, affettuosa, va d’accordo con tutti, umani, cani, gatti, con tutti. Tenerezza è il suo secondo nome.

Juni non ha problemi con i miei sei gatti di casa, son loro che la guardano da lontano, della serie “E’ mo’ tu chi sei, nemico o amico!?”

Juni da ieri pomeriggio si allarma se mi allontano. Ora è con me in ufficio (non potevo lasciarla in balia di sei gatti dopo meno di 24 ore dal suo ingresso in casa. Casa che, sappiatelo, lei già considera “casa sua“).

Juni è un cane di razza, e io mai avrei pensato di averne uno. Ho sempre preferito i “bastardi” perché unici nella loro imperfezione, ma Juni mi ha fatto capire che l’unica razza che conta è quella dell’anima, e che gli unici bastardi (veri) sono una parte degli esseri umani.

Se state per dirmi ma che brava che sei, non fatelo, non sono brava. Juni è arrivata nella mia vita per farmi capire qualcosa, quindi brava lei che per arrivare a me ha passato quello che ha passato.

Se vi chiedete cosa mi doveva far capire Juni, di primo acchitto mi viene “Per ogni problema c’è la soluzione, quindi non è un problema, devi solo guardarlo da un punto di vista diverso, e ciò che pensavi problema diventa opportunità“.
Juni è una cana anziana e saggia.

Qua sotto una piccola carrellata delle foto fatte ieri. dove c’è lei è una parte dei miei amori pelosi nei primi tentativi di avvicinamento.
(cliccate sulle foto per ingrandirle)

Annunci

39 pensieri riguardo “JUNI

    1. Son più coraggiosa con i gatti e i cani 😛 , con i figli mi son fermata a una (oh ma fatta bene eh!!! di testa e il resto)

      (tutti noi umani e non ringraziamo per il “belli voi”)

      1. Anche io: un figlio solo, fatto bene (secondo me) e tre gatti.
        Ma i miei quadrupedi sono gatti old style: vanno in giro e sono molto indipendenti, come erano i gatti nelle case dei contadini. Il mio compito è riempire la ciotola, tentare di proteggerla dagli intrusi (che mangiano a nostre spese lo stesso) e curarli se stanno male. Cambiare lenzuola molto spesso, visto che amano dormire sui letti. In inverno pulire la cassettina (d’estate preferiscono l’aria aperta). Insomma rispetto a te, niente.

  1. Quando ho portato a casa il gatto Clash, mio pelosetto di casa, era in una situazione pessima, derivante da maltrattamenti e privazioni.
    Con pazienza, e tante visite, e tante medicine, e tanti soldi, l’ho rimesso a nuovo (lui era giovane), ed ora la casa è praticamente sua, compreso letto e divano, ovviamente. Ogni tanto ha qualche magagnetta, come il suo padrone.
    Resta il fatto che non si fida pienamente dell’umano, anche se è con noi da 2 anni e mezzo, come temesse sempre qualcosa, e nessuno è mai riuscito a tenerlo in braccio per più di 1/10 di secondo, pena graffi profondi.

    1. I cani e i gatti che arrivano da maltrattamenti possono metterci anche anni a fidarsi (e fanno bene, che non si sa mai quale umano ti avvcina).

      A volte poi ti amano, si fidano di te, ma vogliono lo stesso avere lo spazio di fuga. Per chè quello “spazio” li sa sentire tranquilli e gli toglie l’ansia.

  2. Juni sei un Grandissimo Amore….sono contenta che Manuela ti abbia adottata con immensa gioia, e che non si sia lasciata influenzare dal 2023!!!!! perchè il cuore vola, non ha ostacoli e vuole essere libero di amare…è slegato dalla ragione!!!! Juni tu, sei il dolce nonnino ed Eos la viziatissima nipotina e siete legati da qualcosa di misterioso e sottile…..tante coccole per te

  3. Hai fatto una cosa molto coraggiosa, hai preso un cane che ha dei problemi ma anche un sacco di pregi. Il primo è che è un cane, e i cani hanno un’anima d’oro. Compresi quelli che uccidono solo perché gli viene insegnato a farlo. Ma il tuo cane, seppure anziano, vale MOLTO di più che molti altri umani che non starò qui a elencare, tanto li hai identificati pure tu quando hai detto che sono dei veri bastardi. Anche tu meriteresti di essere premiata per la decisione molto coraggiosa. Quel cane è un’adozione del cuore. Complimenti.

    1. Io per premio vpoglio una fornituta a vita (di Juni) gratis di pannolini :)))))

      Io non merito di esser premiata, la compassione, l’umanità è una cosa che ogni essere umano dovrebbe avere in dotazione (che abbiamo, ma molti non usano, è una scelta).

      Quindi non son da premiare io, ma da “sgridare” chi non usa il suo cuore,

      1. Qualche volta, chi non ha cuore è perché glielo hanno strappato e spaccato sotto i propri occhi…. Io nel complesso cerco di essere una persona buona, ma dentro di me ho pensieri enormemente crudeli. Solo che non li metto in pratica (o magari li riservo per gente che merita la frusta, come appunto chi maltratta gli animali…) e li tengo per me.

  4. E come fa uno a non dirti brava? Cerco di esaminarla da fuori: probabile conti molto anche il non dover negoziare con altri se non te stessa (e al massimo gli altri sei mici che stanno studiando la new entry). probabile ci sia la possibilità di lanciare sfide e raccoglierle nel contempo, probabile che quel non volerti sentire brava (“non ditemi brava”) sia una scusa per guadagnare punti n maniera alternativa, probabile che non ci sia un probabile, ma solo uno scioglierti dentro più forte di ogni presa di posizione.

  5. Non dirò che sei brava, ma ti dico che sei coraggiosa, forte, prendersi cura di un cane anziano è cosa difficile, soprattutto perché nonostante il vostro cammino insieme sarà un breve passaggio ti farà soffrire come se non lo fosse..

    I due che l’avevano adottata per primi.. ma che l’avevano presa a fare, le beste, quelle vere, si muovono sempre su due gambe.. che stronzi.

    1. bestie, volevo scrivere BESTIE, ma nell’incazzatura ho mandato il messaggio senza rileggerlo.. questi comportamenti irrispettosi e irresponsabili mi fanno diventare furiosa!

      Quel cane si merita una padrona come te.

    2. Soffri se sai cosa è l’amore, altrimenti non soffri…
      Quindi soffrire (anche se ricordo sempre a tutti che L’AMORE NON E’ DOLORE) fa un pò parte del gioco

      Guarda che manco son coraggiosa, e che devo far i conti con una parte di me, e questa parte raccoglierebbe tutti i derelitti del mondo 😛
      Ma non son brava, che anche con Juni, me lo dico da sola “ma dove diavolo ti sei cacciata? avevi non prima del 2023”.
      Poi le mi guarda negli occhi fiduciososa e niente… percorreremo un pezzo di strada insieme

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...