APPARATI MUSCOLARI

Non voglio più presenza nell’assenza.

Quello storcere il ventricolo sinistro in una smorfia di dolore, che caccio via subito, mi contrae per un attimo.

Parlano di me come una forte come se le persone forti non sentissero dolore. Come se le lame entrassero nella loro carne, nella mia, senza far uscire il sangue.

Pensano io abbia un apparato muscolare atto a sorreggere i pensieri della notte, senza sentirne il peso, mentre la gravità di questo mondo mi inchioda a terra.

Parlano di me a me, come se le lacrime non mi appartenessero, come se l’universo mi avesse creato senza condotti lacrimali.

Eppure è lì, così evidente più fragile sei, più forte devi diventare per sopravvivere.

Io le mie improbabile definizioni di amore, voi e le scuse nascoste dietro quel “Ma tu sei più forte”. Come se uno nascesse così e non fosse una scelta.

Quante cose mi impedisco di fare, quante cose mi impedisco di far vedere, quanti divieti ho messo per essere forte, sapendo che la vera forza sta lì, in  quella apertura senza paura, che ancora non riesco ad avere.

Annunci

26 pensieri riguardo “APPARATI MUSCOLARI

  1. Io ho sempre patito di complessi di inferiorità, ed ancora adesso è raro che io mi possa sentire “forte”. Certo, combatto la quotidianità come tutti, ma forse devo dare quel “qualcosa” in più per sentirmi alla pari degli altri.

    1. Io non mi sento “forte”, mi dicono che son forte… è diverso

      So che ho fatto e superato cose per cui ho ero forte o “morivo”. Questo un pò toglie i sensi di inferiorità 🙂

      Ma tra questo e esser forte davvero ne passa… diciamo che allena 😉

      1. Io, proprio perché non mi sono mai reputato “forte”, ho sviluppato altre mie caratteristiche (astuzia, parlantina, ecc…) che mi hanno permesso di sentirmi alla pari dei miei interlocutori.

    1. A parole qualche persona, capita nei discorsi spesso. Nei fatti molti…
      Leggere costa fatica probabilmente, perché pochi se ne accorgono. O forse più semplicemente questa nostra società, mediamente, è analfabeta emotivamente.

  2. Spesso questo traspare. Qualche risposta piccata, qualche velato “machecaxxostaiadi’”. La gente (me compreso) ama questa “forza”, forza che pure stima le sue lacrime, e tiene strette le piaghe affinché non purulenteggino.
    Tu dirai che questo traspare a chi non guarda bene, a chi si ferma all’apparato che hai disegnato, quell’apparato che sostieni così disinvoltamente da non riuscire a scrostartelo via.
    Forse anche quando qualcuno la scorge, quell’apertura… 😉

    1. La “gente” quella stessa forza che vede e riconosce benissimo la sa usare altrettanto bene come scusa. Ad Andrea Pazienza è bastata una vignetta per spiegare tutto quel che c’è da dire.

      1. “Pompeo”, Andrea Pazienza.
        Letteratura disegnata, per citare uno che ne sa. Aspetta a prenderlo, quasi sicuramente ne ho un doppio a casa giù.

    1. Io maschere non ne metto, metter maschere è pericoloso perché prima o poi accade che neppure io capisco la differenza tra la maschera e me stessa.

      Quindi son vera, ma al massimo rimango in silenzio.

      Per il piangere… quello sempre da sola e di solito in auto (oh ognuno ha le sue perversioni 😉 )

    1. L’ho letto ora il tuo post. Mio cuccioloso vecchiettino…..

      Ma fisicamente a parte i pensieri della notte, quelli che uso son quelli delle braccia il movimento per cui porto il calice alle labbra…. 😛

      PS: potevi avvisare che facevi la half, così mi fermavo e esercitavamo insieme il movimento “appoggia sul tavolo, porta alla bocca, appoggia sul tavolo, porta alla bocca”

      (Sto parlando del bicchiere, prima che tu fraintenda!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...