CHE FORMA HA L’AMORE?

Cose per cui, anche se astrologicamente mi dicono sia un periodo “S’adda faticà”, la vita in questa giornata ha sfumature di leggerezza:

1) Ho i capelli Lilla. Dopo essere riuscita a togliere l’hennè rosso, dopo aver vissuto in un periodo color giallo polenta (obbligato), dopo esser arrivata al silver, finalmente in settimana mi son comprata i pigmenti vegetali (vegan) e son diventata lilla. Ci rimarrò per due o tre settimane, poi man mano scema (non io, il colore, io a volte solo cojona). Poi potrò rifarlo, o diventar azzurra come la fata turchina, oppure profondo viola, o verde, o blu, insomma posso quello che voglio, e questo mi rende sorridente.

PS: Quella che vedete qua mi assomiglia solo in due cose, il colore dei capelli e il fatto che ha i capelli corti. Poi niente, ahimè, non son modella e manco ventenne, l’ho messa solo per farvi capire cosa mi sono messa  in testa.

2) Ho due sveglie sul comodino. La prima suona alle sei e mi dice: “Baby torna, rassegnati, comincia a capire in quale mondo sei scesa”. La seconda suona qualche minuto dopo per confermarmi “Ciccia, basta lettone, ora alzati”. A volte capita che appena suona la prima, prendo la seconda e la metto sotto il piumone. Così appena trilla, è già a portata di mano per spegnerla (pigrizia e il mio secondo nome).
Stamattina così ho fatto, poi quando è suonata la seconda, mi son detta ancora un minutino. E mi son riaddormentata.
Uno dei miei amori pelosi, Loki, si è accorto di ciò. Si è collocato sul comodino ad altezza viso e con una zampetta ha continuato a zampettarmi colpetti sulla spalla, fino a svegliarmi. Una volta fatto, è rimasto sul comodino in attesa che mi alzassi. Poi insieme siamo andati in bagno, lui mi ha accompagnato tra fusa e coda ritta.
Lo amo. A volte penso che non sia un semplice gatto, anzi ne ho quasi la certezza.

Ps: Questo è Loki, mentre si riposa dal lavoro di sveglia.

3) Stamattina, alle sei e mezza, con il cielo ancora buio pesto, il silenzio intenso che avvolge, son scesa a far il solito giretto con Juni (la cagnolina anziana adottata a luglio, per chi ancora non lo sapesse) e per l’ennesima mattina, mi trovo a salutare una signora con una grossa borsa. La differenza e che stamattina oltre al buongiorno abbiamo scambiato due parole.
Così viene fuori che va a dar da mangiare a una minuscola colonia felina lì vicino, così scopro che ha due gatti in casa e due adottati in giro (oltre a curar la colonia). A una lascia un pò aperta la saracinesca del suo garage, così ha un riparo. Così lei scopre che io ho sei gatti. Così mi parla di sua figlia cui lei, ogni tanto va a curare i micioni quando parte. Così lei scopre come Juni è arrivata da me. Così io scopro che lei fa beneficenza anche per i bambini. Così io scopro che questa donna mi piace un sacco. Senza contare poi che siamo entrambe gattare e umanare.
Silenziosamente ama la vita realizzando, senza clamori, piccole, cose, ma ogni giorno da il suo piccolo contributo facendo e non parlando, e rende la vita altrui, umana e non, un pizzico migliore.

Salutandola e rientrando a casa con Juni, l’ho pensato. Qualcuno considera “le gattare” vecchie zitelle, più o meno inacidite, che riversano l’amore sugli animali, come se, amando un uomo (o una donna) non si avesse più amore da distribuire. Quel qualcuno sbaglia, profondamente. Chi ha l’amore a esaurimento scorte, non ama gli altri, ama a condizione che, ama se però tu, ama fino a che. Quel qualcuno commette uno sbaglio ancora più grande di base, perché pensa che l’amore abbia una sola forma. Forse quelli che sono fuori sono loro e non noi, che siamo gattare, umanare, cagnare, rinocentare, elefentare, procionarie, colibrinare e così via (suvvia mi avete capito che voglio dire).

PPS: Sì, l’ultima immagine è da grande micionara, ma lo sono, orgogliosamente.

Annunci

31 pensieri riguardo “CHE FORMA HA L’AMORE?

  1. Anche io ho avuto i capelli giallo polenta! Mi chiamavano MAGO G!!! 😀
    Ti invidio i gatti. Io ne ho avuti, ma oggi per egoismo non potrei più averne 😦

    1. Io son partita con un gatto…. ma son come le ciliegie… 😛
      (Sono un impegno lo so, spesso rinuncio a un sacco di viaggi per loro, e il muovermi è complicato se prima non mi organizzo, ma senza loro la mia vita sarebbe vuota ormai. Poi ho anche Juni, lei come cane, ecco lei si che è impegnativa, ma è arrivata… )

      1. Ecco, vedi perché parlavo di egoismo… io vivo per viaggiare… mi ci vorrebbe un cagnino, quello sì che lo posso portare con me in camper!

  2. L’amore per i gatti l’ho scoperto pochi anni fa, quando salvai un micino di poche settimane da annegamento. Lo adottai, lo battezzammo Birillo, e me ne innamorai follemente. Quando salì in cielo piansi come un bimbo.
    Ora ho Clash, e lo adoro anche se combina un guaio dietro l’altro.

    PS1: io mi sveglio alle 6:10 e salto giù dal letto come un grillo
    https://nonsonoipocondriaco.wordpress.com/2017/10/20/risveglio-sprint/

    PS2: belli i capelli lilla, anche silver mi piacciono molto

    1. Io l’amore per i gatti credo di averlo nel dna, anzi più o meno credo di averlo per tutti gli animali (o quasi 😛 )

      Son partita con un gatto e nel tempo (tutte adozioni da strada o ritrovamento) son diventate sette, fino all’anno scorso, quando Micio 19venne è salito sul ponte arcobaleno. Ora sono a sei (e stop!).

      Per me e mia figlia, loro son componenti della famiglia a tutti gli effetti.

      Il risveglio sprint… io solo dopo 10 ore di sonno, e anche così, alzarsi con cautela, che mica so su che mondo son caduta.
      Il lavoro mi obbliga a orari che non mi appartengono, e mi obbliga al minimo sindacale per notte per me, 7/8 ore

  3. non sarei propriamente una gattara ma è vero: l’amore non ha forma, non ha colore e non dipende dal numero di zampe 😀

    trovo carino il fatto che si incontri sistematicamente qualcuno, un perfetto estraneo, e poi si scopra di avere tante similitudini, tante cose in comune

  4. Amo gli animali ma nel loro mondo. Penso che ogni essere vivente debba avere il suo spazio e, il gatto del mio vicino che ogni tanto si affaccia al balcone, è obeso e un pò rintronato ! A me, sinceramente, fa un pò pena. In fondo la sua grassezza e stupidità senile non l’ha scelta lui (o lei)…Ma forse in Natura sarebbe già nell’aldilà !
    Concordo in pieno sull’Amore e meno male che esiste nelle forme più bizzarre. Ci rende il Senso di tutto questo (universo compreso) più comprensibile e ammirevole.
    In fondo sento le tue stesse cose seduto in riva al mare a pensare quanto sia misterioso e affascinante tutto questo !

    1. Io non vedo in mondo a spazi chiusi, quindi nel mio possono entrare e uscire anche i gatti, gli umani e le zanzare (quelle meglio se escono e basta 😛 )

      Il gattone obeso e rinco… dipende.. se ha un anno il suo “padrone” lo ha snaturato in qualche modo e non va bene.
      Ma se come il mio che aveva 19 anni (non era obeso ma un pò rinco si 😛 ) e viveva in casa, va bene, era un nonnino. Stava al caldo d’inverno e aveva sempre la pappa, non soffriva freddo e fame.
      Ogni tanto si alzava, andava in corridoio, poi si bloccava, stava fermo come per pensare “dove sto andanndo?” e poi tornava indietro. Come gli umani con l’alzheimer 🙂 eppure io l’amavo tantissimo. E’ morto l’anno scorso e nonostante ancora i sei gatti, lui manca tantissimo

      Per l’Amore (che giustamente anche tu hai messo con la A maiuscola, a distinguerlo dall’amore dipendenza con la a minuscola) si, rende il senso di TUTTO.
      Esiste una teoria/studio di Bruce Lipton sull’energia dell’amore. Qua ti metto un link, ma dovresti leggere il libro, prima o poi.
      https://www.scienzaeconoscenza.it/blog/nuova_biologia/cellule-amore-biologia-bruce-lipton

      1. Ok. Sono andato a leggere. Si, condivido anche se comunque c’è sempre una percentuale globale di sfiga per cui diciamo che in linea di massima potrebbe essere come dice questo Bruce Limpton.
        In realtà, ultimamente, ho una repulsione verso questo ronzio umanitario che mi circonda, ed Amo forse più la solitudine (e qualche buon Pensiero Amico trovato sui Blog che frequento) che avere trasporto per qualcuno.

        Ciao.

      2. Per un’altra teoria la sfiga non esiste, siamo noi che attraiamo un’energia di un certo tipo in risonanza con quello che pensiamo e come lo viviamo(no, non sto parlando della legge di attrazione 😛 ). Questa è la notizia brutta, quella bella e che se vogliamo davvero smettiamo di attirare un certo tipo di “sfiga”.

        Bruce Litpton in quel libro ultimo parla di innamoramento e coppia, ma il suo discorso e ampio. L’innamoramento può essere per molte cose. Io in questo periodo ho innamoramenti diversi, per quello che sto facendo e costruendo per esempio. Amo proprio quello che faccio (l’aspetto negativo e che per lavorare faccio qualcosa che non ho più voglia di fare e questo mi “abbassa” mentre anelo a altro).

        Tendo anche io ad avere bisogno di ampi spazi di solitudine, ma credo sia caratteriale, io son riuscita a rimanere in solitudine in mezzo alla gente. Lo dico da una vita “la solitudine è uno stato mentale”.

        Ma se per ronzio umanitario che ti infastidisce ti riferisci alla profonda stupidità, all’ampia grettezza che gli uomini in questi tempi (o forse son sempre stati così) hanno, ti comprendo. Capisco sempre di più gli eremiti e detto da me che son molto “umanara”….

  5. I gatti mi hanno sempre snobbata…del resto sono allergica e forse c’è una specie di reciproca diffidenza naturale…
    Per lo stesso motivo non sono capace di accarezzarli e/o toccarli in modo fluido, spontaneo, rilassato. Così mi son prese qualche graffio e morso.
    Coi cani invece è tutto facile: parliamo la stessa lingua, ci stropicciamo a vicenda, leggiamo i messaggi corporei correttamente.
    Sono canina, canina e basta.

    1. Io pensavo di esser solo gattara, e invece…. e invece con Diana tanti anni fa (la mia cagnolina di prima), ho capito.

      Lei mi ha insegnato il loro linguaggio, e non è stati semplice all’inizio, ma proprio per niente. Quell’eccesso di attenzione, quell’estremo bisogno di approvazione, mi soffocavano. Poi ho imparato la sua lingua e son diventata anche canara 🙂

      Ho capito che due specie diverse amano in modo diverso, nessuna peggiore o migliore, solo diversa. Entrambe hanno reso più ricca la mia vita

      (tu pensa che ogni singolo uomo è come una singola razza, da qui il casino degli amori tra gli esseri umani)

  6. L’amore è amore, a prescindere. Verso chi è rivolto (animali umani piante etc..) e da chi proviene (idem) secondo me non importa, è comunque meraviglioso. Ps bellissima l’immagine finale!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...