50 SFUMATURE DI ROSA

Tendo a idealizzare cose, situazioni e persone.
Se sono (troppo) lontane dal mio ideale, dipingo a tinta unita.
Intingo e do una pennellata di rosa.

Se la base è troppo grigia, una pennellata di rosa non basta. Quel brutto colore traspare ancora, allora passo e ripasso pennellate di rosa, fino a formare una spessa vernice, una crosta rosa. Peccato che le croste prima poi si crepino e si sbriciolano.

In questo periodo, sto vivendo così, sono in quel momento in cui la vernice si stacca e io vedo tutto quel grigio là sotto.

Il grigio non mi piace. Ci vivo male nel grigio. A nulla valgono le parole di chi mi dice “Guarda che tra il bianco e il nero, non c’è il grigio, ci sono i colori“. E io penso “Si forse, tra il bianco e il nero esistono i colori, ma in questo universo, io sono acromatopsitica“.
Per questo sospetto il rosa me lo sia portato qui da una me parallela, da un universo alternativo.

Mi dico che l’importante è esserne consapevoli, così sai già che ogni cosa, situazione o persona contiene già in sé il punto critico della disillusione, prima o poi lo incrocerai, prima o poi dovrai prenderne atto. Consapevole infine che non son loro a contenerla, ma tu e la tua vernice rosa che inizia a creparsi.

Quando lo diventi, consapevole, consapevole non illuminata intendo, allora accade. Ti leghi ma non troppo, vivi ma non troppo, ami ma non troppo, ti dai ma non troppo, perché nel troppo c’è la paura della disillusione. Questo perché arriva un momento nella vita, nella vita adulta, che non riesci più a distinguere le illusioni dai sogni.

Convengo con voi, è un post deprimente andante, ma ho finito la pittura rosa, devo aspettare la prossima fornitura dalla vita parallela.

28 pensieri riguardo “50 SFUMATURE DI ROSA

  1. Io sono consapevole del fatto che le persone sono grigie o rosa o rosse o blu a momenti alterni. E vivo, amo e mi dò di conseguenza.
    Forse è un modo di scansare le disillusioni, potrebbe essere. E’ ovvio che nel mondo perfetto tutto è colorato e senza crepe, ma il mondo perfetto non esiste.
    E le crepe, come nel craquelé, posso nascondere altre crepe ancora sotto e ancora di un altro colore.

    1. Probabilmente vivi, ami e ti dai perché hai il rosso e il blu…. io questi colori non li trovo più

      Vivo come fossi un motore a quattro cilindri, ma ne funzionano solo due.
      Forse è ciclico. Forse non ho più lubrificante. Forse non vivo come vorrei, ma a volte non so neppure più come vorrei.

      Non cerco un mondo perfetto, non potrei viverci essendo imperfetta io, ma un mondo diverso si.

      PS: ho dovuto andar a cercar il significato di “craquelé” 😛

  2. Mi piacerebbe far questo ” E vivo, amo e mi dò di conseguenza”, mai riuscita.
    Ma da qualche giorno è successo qualcosa e ci ho provato. A darmi il giusto, il sano, il “di conseguenza”.
    Sto cercando di capire che effetto avrà. Su di me, ovvio.

    1. Non se mai pronto alle mazzate, perchè non le vedi arrivate, e se le vedi (molte volte) giri lo sguardo altrove (magari proprio a cercar la vernice rosa) perchè non vuoi credere che stia per accadere,

  3. Ti capisco perfettamente, sono 20 anni che annaspo tra meravigliose giornate di sole e giornate di nebbia spessa e ovattante. Non ci si può fare molto se non aspettare che torni il sole o che arrivi la consegna di vernice rosa sperando non tardi troppo.

    1. Chissà forse il flusso è proprio questo. Poichè il nostro mondo è quello della dualità… bianco nero, buono cattivo, caldo freddo, grande piccolo, noi ne siamo i figli perfetti.
      Ondeggiamo tra sorrisi e lacrime, tra gioia e tristezza.

      Speriamo che il prossimo mondo sia un pò meno faticoso 😉

  4. Anni fa comperai un libro che parlava della “consapevolezza”, perché forse è ciò che mi è sempre mancato. Nel mio caso è legato al fatto che ho poca fiducia in me stesso e nelle mie capacità, e tendo a pormi sempre in una situazione di “inferiorità” di fronte a ciò che mi accade.
    Con gli anni qualcosa è migliorato, me le paure minano ancora la mia consapevolezza, che alimenta quella disillusione a cui fai riferimento anche tu.
    Che il rosa prenda sopravvento, dunque.

  5. Se una cosa è grigia… è grigia. La puoi ridipingere, infiocchettare, coprire con un bel telo ma la base sarà sempre quella. Secondo me bisogna saper convivere anche con i grigi… quelli tanto diversi che li vedi come alieni. E magari aspettando che diventino rosa… aspettando… senza tentare di cambiarli… e se ci tieni tanto evita sempre i loro punti critici, non si deve essere per forza d’accordo su tutto nella vita.

    1. Oh quanto tempo…. Il Pinza ❤

      Io non ho mai cercato di cambiare nessuno, qualcuno ha cercato di cambiare me volendo proprio vedere…. ma tanto la natura poi sbuca fuori e io me ne vado 😛

      E poi aspettare? Chi? Cosa? La vita non aspetta e quindi io come posso aspettare il cambiamento di qualcuno che potrebbe non cambiare mai? 😉

      Sai il discorso non è andare d'accordo su tutto, ci mancherebbe, ma i fondamentali ci vogliono.

      Comunque il discorso, il mio, non era fatto solo sulle persone, io dipingo anche le situazioni, dipingo le cose (dipingevo… sorry.. son rimasta senza rosa 😛 )

      I punti critici nella vita non puoi evitarli, esistono, continuamente intorno a noi, e l'unico modo di evitarli e fare quello che ho scritto evitare il "troppo".
      Vi è un'altra soluzione, ma io non sono in grado di farla, ed è non dare peso ai punti critici.

      PS: Hai mai visto "L'uomo che cadde sulla terra"? Convivere in un paese di grigi quanto tu non sei di quel colore, è una ricerca continua a casa

      1. Volevo vedere cosa stavi facendo…. 🙂
        Il solito, mi risponderai tu, cerco di abbellire il mondo!
        Se vedi tutto grigio vuol dire che sei nella tua fase ciclica di dieta?

      2. vero, il solito cerco di abbellire il mondo…. oh ma è dura 😛 di questi tempi

        Ma tu pensa, vendo il grigio e manco son a dieta, anzi sono nella fase tonda 😛

Rispondi a diamanta Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...