DALLA H ALLA L

HERO
Non intendo la caramella, e neppure gli heroes della Marvel, che tanto piacciono. Intendo quelle persone, quelle famiglie che vivono al di sotto della soglia di povertà. Nel 2015 questa soglia partiva da 819,13€ a 1050,95€ a seconda della regione in cui abitavi. Non sono riuscita a trovare cifre aggiornate, ma ho trovato questo sito: CALCOLO DELLA SOGLIA DI POVERTÀ ASSOLUTA, dove puoi calcolarlo a seconda di dove abiti, nord, centro, sud, piccola città, media città o grande città.

Ho fatto qualche simulazione. Vi assicuro che con quelle cifre al nord dove abito, se (soprav)vivi con quelle cifre, sei un eroe.

IDEALISTA
Si lo sono, ancora, nonostante l’età. Magari non più come a sedici anni, alcuni ideali li ho persi per strada, ma lo sono. Da qui un sacco di problemi con gli altri, o meglio con alcune tipologie di “altri”. Quelli che cercano di spegnere i miei ideali, quelli che “Tanto è inutile” o “Sei rigida a pensarla così” e così via. Frasi dette da chi non crede più a niente e vorrebbe portarti con se, in quel mondo, il loro, avulso e spento.

Non è il mio mondo.
Nel mio mondo gli ideali servono a costruire la realtà che verrà.

LAMU’
Lamù è un manga shōnen, ovvero un manga indirizzato a un pubblico maschile, specificatamente ai ragazzi fino alla maggiore età.
Nonostante io non sia un maschietto, e la maggiore età l’avessi superata, quando la vidi per la prima volta nella versione anime, me ne innamorai. Abituata ai cartoni animati americani con dei “limiti ben precisi”, questo suo andare fuori dai “limiti” (nonostante a noi arrivasse una versione più soft e censurata), fu una cosa bellissima.

Ricordo sabati pomeriggio con Progenie a guardarlo. Provavo ad imitarla quando diceva: “amorucioooo”, mentre svolazzando inseguiva Ataru Moroboshi. Ho bei ricordi con Progenie.

Annunci

11 pensieri riguardo “DALLA H ALLA L

  1. La soglia di povertà credo sia intesa su base familiare, non per la singola persona.
    Ebbene, per la mia famiglia il limite è di ben 1400 Euro.
    In pratica uno stipendio base (1200 Euro) se sei monoreddito non serve più ad un ca**o.
    Ringraziamo i sindacati che è da 20 anni almeno che calano le braghe, e una classe dirigente che ci sta portando nel baratro.

    1. Su quel sito (la frase colorata di rosso, se ci clicchi ti ci porta), considera il numero di persone, quanti anni hanno (spese e bisogni diversi) e dove vivono e calcola la soglia di povertà considerando tutti i fattori.
      Quindi la mia soglia sarebbe di circa 750 € vivendo sola, ma con quella cifra, dalle mie parti a mala pena ci paghi un affitto.

  2. Quel calcolo sulla soglia di povertà è molto relativo, come tutte le cose a cui si cerca di dare una spiegazione matematica quando invece basterebbe vivere tra la gente.
    Sono un’idealista come te e amo ancora Lamù.

  3. Io lavoro sei/sette mesi l’anno a 1400 € vivo sola e ho una figlia che studia, ho un affitto di 500 € e spese necessarie, Per tre mesi lo stato mi supporta con la disoccupazione. Questo secondo Cud fa sì che io abbia 700/800
    di tasse fra luglio e novembre Inutile dire che lavoro in nero anche d’estate quando posso.

      1. Per carità, non voglio lamentarmi me la cavo,certo i momenti di sconforto ci sono più che altro perché con un lavoro di questo tipo non vedi tanto futuro. L’anno scorso ho provato a cercare in città, un lavoro per tutto l’anno ma ho trovato solo gente in cerca di persone da sfruttare e sarei sulla stessa barca.In Italia troppe cose sono permesse con i contratti di lavoro.
        E poi esistono le cooperative che hanno rovinato letteralmente una certa fetta di mercato del lavoro,e magari ti ritrovi a lavorare in un hotel di lusso contando i secondi per arrivare a terminare nel tempo che ti danno per uno stipendio da fame.

      2. Le cooperative di lavoro erano nate eoni fa con un senso buono, gente che si metteva insieme e lavorava e tutto il guadagno lo distribuiva.

        Nel tempo son arrivati i furbi pure lì, assumo gente, li sottopagano, rovinano il mercato e sfruttano alla grande (non tutte, ma una fetta enorme)

        PS: un conto è cavarsela e sopravvivere, un conto e vivere…. credimi io so che sei un “hero” (c’è stato un tempo che anche io facevo una fatica immensa ad arrivare a fine mese)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...