Perhaps love

Leggo e scorro le pagine, penso infastidita della protagonista “Non si può essere così ingenua, sacrificare se stessa per lui”. Poi, un pensiero veloce, mi blocca.
Ho appreso che quando una cosa ti crea un forte disagio o un’antipatia, semplicemente stai vedendo una parte di te che non accetti, riflessa, nell’altro. Noi vediamo solo ciò che conosciamo e conosciamo solo quello che, in qualche modo, fa parte di noi.

Perché in fondo io lo so, ho nascosto di me, nel posto più profondo e oscuro quella me sognante e disposta a tutto per amore. Quella parte è una delle mille me.

Dovremmo far tesoro quando scopriamo una persona, un atteggiamento o, come in questo caso, o un personaggio che ci infastidisce. Ringraziarlo per avere portato alla luce una parte di noi che rifiutiamo o non accettiamo. Quindi io devo ringraziare questo romanzo, e nel farlo, dopo, ho amato e compreso Bee.

Bee mi ha rammentato quanto io sia stata capace di rinunciare a me stessa, e per questo esser quasi “evaporata”, era quello che mi dava fastidio di lei, portava in superficie quella me che ho relegato nel posto più profondo e oscuro. Bee mi ha fatto capire che vive ancora e potrebbe farlo nuovamente, se lasciata libera. E questo, contemporaneamente, mi rallegra e mi spaventa.

Bee mi ha ricordato che ho amato così in questa vita, come lei ha ama Lee Hyun-min. Ho amato un uomo così tanto da sospettare che questo amore venisse da vite precedenti e aver timore che si estenderà in quelle future.

Chi è Bee? E’ la protagonista femminile di un music romance che ho letto, Perhaps Love, in cui entrano in gioco due emisferi, quello occidentale e quello orientale, dove si incontrano l’amore e la passione, sia quella per la musica che quella che avvolge il cuore e i corpi.

drawing by Eli – IG Bathory_85

Perhaps love è il primo libro di BluBird, ed è il primo volume della Sky Serie. E’ un romanzo autoconclusivo, non si rimane in fremente attesa del finale, cosa che io amo, detesto aspettare.
Nei successivi quattro volumi si scopriranno man mano gli altri personaggi conosciuti nel primo volume. Io son curiosa, avendo già cominciato ad amarli in questo.

L’ho letto in brevissimo tempo, nonostante in questo periodo non abbia avuto molto spazio per la lettura. Parla della Corea, del dietro le quinte di una kpop, parla di una parte di me, ma credo di molte, che nonostante tutto credono nell’amore.

E’ la storia di due ragazzi, di una notte e di un incontro casuale.
Lei inglese, con dna per metà italiano e una vita non proprio semplice che l’ha resa “una tipa tosta”.
Lui coreano, idol, membro di una famosa band kpop in trasferta nel Regno Unito, che fugge per qualche ora.
Scatta qualcosa, in quella notte, dove si incrociano per un attimo, non sapendo nulla uno dell’altro. Ma il destino non regala loro tempo.

La storia prosegue e si trasferisce in Corea mesi dopo. Qui si intrecciano i destini dei due ragazzi, l’amore e la passione scoppia, ma la possibilità di viverli è costellata da impedimenti esterni che mettono a dura prova. Del resto come scrisse Gibran:
“Come covoni di grano vi raccoglie in sé.
Vi batte finché non sarete spogli.
Vi setaccia per liberarvi dai gusci.
Vi macina per farvi neve.
Vi lavora come pasta fin quando non siate cedevoli.

E vi affida alla sua sacra fiamma perché siate il pane sacro della mensa di Dio.
Tutto questo compie in voi l’amore, affinché possiate conoscere i segreti del vostro cuore e in questa conoscenza farvi frammento del cuore della vita.”

A chi consiglio questo libro? A chi ama il genere, a chi vuole una lettura che scorra veloce e piacevole, a chi vuole che l’estate sia un pò più calda anche nella lettura, e a chi vuole leggere un libro leggero ma appassionato, a chi vuole farsi trasportare in una favola moderna.

Se poi volete ascoltare la musica di questo music romance, quelle che scorrono in sottofondo alle parole scritte, potete farlo qui, cliccando qua sotto sul nome:

SPOTIFY

YOUTUBE

SCHEDA DEL LIBRO
Titolo: PERHAPS LOVE
Autore: Bluebird
Data di pubblicazione: 30 dicembre 2020
Editore: Self publishing
Genere: Music romance
Perhaps love è un romanzo autoconclusivo ed è il primo volume, di cinque, della Sky Series.

Disponibile su Amazon in versione digitale e cartacea.
Digitale: 353 pagine, 1,99 Euro – Link Amazon: https://www.amazon.it/dp/B08RJ37ZX7
Cartaceo Flessibile: 351 pagine, 8,96 Euro
Cartaceo Rigido: 375 pagine, 15,60 Euro
E’ incluso nell’abbonamento Kindle Unlimited

13 pensieri riguardo “Perhaps love

  1. La musica è un po’ troppo “San Remo” per i miei gusti.
    Per il resto boh. Non riesco più a leggere senza appisolarmi dopo due righe (è una maledizione).

    Non so se augurarti di rivivere quella te, oppure di tenerla rinchiusa a forza.
    Lasciarla libera e sperare di incontrare qualcuno che valga la pena del rischio della sofferenza, oppure pazienza che tanto in giro non c’è nessuno valido?
    Eh…

    1. La musica è Kpop e, o piace o non piace, come tutta la musica in genere.

      Io con la corea ho sviluppato un amore particolare, amo il suono della loro voce, amo la loro cadenza, ho letto della loro storia (passata e recente), ho letto dei loro scrittori, ci sono alcuni loro poesie che mi sciolgono e quindi ho ascoltato, e ascolto, anche la loro musica (non tutta, quella che mi piace).
      Ma ho un amore intenso anche per il giappone.

      Anche per me leggere è diventato più difficile. Una volta divoravo i libri, spesso stavo sveglia la notte mentre pensavo “ancora una pagina e basta”, ma lo dicevo a ogni pagina.
      oggi se leggo a letto, poco dopo mi addormento 😉 e quindi leggo seduta.

      Quella me è viva, al momento la lasciamo lì dove è, tanto non sta facendo casino per uscire. In fondo se è viva è perché alla fine ha scelto se stessa…

      Un domani bho… vedremo, se ne varrà la pena, se capiterà, se sarà ancora viva e se ne avrà ancora voglia. Ho smesso da anni di ipotecare il mio futuro

  2. È che come quel tipo di batticuore, purtroppo, non c’è altra emozione che ti faccia sentire così vivo (ne ho provate eh, tra moto, barca a vela, rafting, accendere un mutuo).

    Il guaio è che senza controllo o soppressione mi succederebbe di continuo 😀

    1. Il batticuore, quello che praticamente ti manda il cervello in pappa, credo sia dovuto a picchi ormonali (non sto scherzando) e quindi man mano che diventiamo diversamente giovani scema… lasciando il posto ad altro, diverso ma ugualmente potente, forse di più

      Controllo e soppressione delle emozioni però non portano mai nulla di buono, paghiamo sempre uno scotto, una penale, per rinunciare a una parte di noi… considerando poi che non abbiamo (per davvero) il controllo su niente… paghiamo una penale per nulla 😛

  3. Io pago sempre tutto. E pure dannatamente salato.
    Pago pure solo per aver ipotizzato il fatto.
    E… pagare per pagare, quasi quasi converrebbe almeno commetterlo per davvero, il fatto.

    1. Io sarei stanca di metter mano al portafoglio e quindi appurato che l’universo regala, sto lavorando in tal senso (oh ci provo! pagate le rate residuo del debito 😛 🙂 )

      Perché capisci anche tu che è da “sciocchi” pagare quando l’universo regala.. solo (e parlo per me, non so te) spesso non vediamo questi “regali”, neppure se ci sbattiamo il naso avanti…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...