SCRIPTING YOUR DESTINY

Se vi piacciono le commedie romantiche, se vi piacciono le commedie intrise di fantasy, se vi perdete come bambinə sorridenti con gli dei della mitologia coreana, se volete un kdrama con pochi episodi, se siete nel periodo che preferite episodi da mezz’ora, secondo me “Scripting Your Destiny”, un kdrama del 2021, fa per voi.

TRAMA
Il destino degli esseri umani è scritto da un dio, anzi da più di un dio. Questi “dio” scrivono la vita dei singoli individui. Devono diventare scrittori, anzi sceneggiatori, della vita degli umani che seguono.

Sono gli dei del destino, hanno libertà di sceneggiatura sull’umano che seguono. Ognuno di loro ha delle capacità e delle attitudini di scrittura. L’unico tabù e divieto che hanno dal “dio superiore” è “mantenere il distacco emotivo” dagli umani che seguono, ma scrivere solo al meglio la loro vita, senza provare nessuna delle emozioni umane per loro, pena il dissolvimento.

Che accade se un dio del destino incrocia continuamente il proprio destino con un’umana? Se questo dio, inconsciamente comincia a provare dei sentimenti? E se un altro dio del destino ci mette lo zampino?

GLI ATTORI
Ki Do Hoon interpreta il dio del destino chiamato Shin Ho Yoon, è tra i più bravi dei del destino, freddo, distaccato, riesce a scrivere al meglio il libro dei propri umani.
Ha recitato in molti film in ruoli di supporto, quali “Arthdal Chronicle”, “Once Again” e lo troviamo in un ruolo principale in “Catch the Ghost”.

Jeon So Nee è una giovane donna che sta scrivendo in segreto una drama che ha molto successivo televisivo.
Ha recitato come protagonista anche in “When My Love Bloons”.

Kim Woo Suk è un giovane produttore televisivo, aspirante regista, la cui vita viene scritta dal dio Shin Ho Yoon. Dio che considera la vita di questo umano il suo capolavoro e tale vuole che continui ad essere.
Ha recitato come attore protagonista anche in “Military Prosecutor Doberman”.

Park Seul Ma Ro (conosciuto anche con il nome di Park Sang Nam) è un altro dio del destino, molto bravo nel costruire storie sentimentali e amorose ai suoi umani, amico del dio Shin Ho Yoon.

 
CONSIDERAZIONI PERSONALI
Amo quasi tutte le storie quando sono chiamati in causa gli dei e la mitologia coreana. Immergermi in quei mondi, non so come mai, mi rende felice, sorridente, curiosa di vedere l’iterazione dei e umani.

Ho solo una piccola riflessione finale. Non ho potuto fare a meno di notare che in pratica gli dei del destino sono sceneggiatori e anche la protagonista lo è. Quindi il pensiero successivo è stato: “In fondo tutti noi siamo sceneggiatori. A seconda delle scelte che decidiamo di fare, della volontà e della perseveranza che mettiamo nelle cose, costruiamo il nostro mondo. Il detto “aiutati che il ciel ti aiuta” è la base di questa costruzione.”.


VISTO su viki

VOTO 8

(altro titolo con cui trovarlo Writing Your Fate)

Rammento che quando io scrivo di un drama sono sempre le mie opinioni e ciò che il drama ha fatto nascere in me.

Pubblicità

20 pensieri riguardo “SCRIPTING YOUR DESTINY

    1. Viki Ratkuten è un’app per il pc, gli smartphone o i tablet, (ma la puoi vedere anche tramite la televisione tramite la firestick di amazon, io così li guardo, nello stesso modo che vedo netflix) o con uno dei nuovi televisori che permettono lo scarico e l’utilizzo delle app.

      Praticamente è Viki è una piattaforma di streaming online che trasmette film e serie, drama coreani, cinesi, thailandesi, tawainesi, insomma asiatici. Sono subbati dagli appassionati in varie lingue. Chiaramente devi essere un appassionato del genere, e io lo sono (e tanto direi :P), i generi sono diversi dalla commedia sentimentale, all’horror, al poliziesco, al thriller.

      Ha due versioni una free (interrotta dalla pubblicità e con un numero inferiore di film a disposizione) e una a pagamento (circa 50 euro all’anno se paghi con in un asola soluzione annuale, oppure 5 euro al mese se paghi mensilmente, puoi interrompere quando vuoi senza problemi e hai anche 7 giorni gratuiti per decidere).

      Io amo molto i drama coreani, i bl, i dorama e la loro filmografia. Li ho scoperti circa due anni fa e da allora praticamente ho abbandonato la visione delle serie e film occidentali, tranne qualche rara eccezione.

      Non so se a te questo drama potrebbe piacere però. Comunque anche su Netflix ve ne sono alcuni (stanno arrivando anche lì molti) molto belli, tendenzialmente non sono doppiati e hanno i sub (ma del resto io li guardo solo subbati).

      A te che genere piace? Magari ti dico cosa c’è su netflix che può piacerti

  1. ehm… temo di non essere proprio un patito dei drammi koreani 🙂
    su Netflix adesso come adesso sto guardando Altered Carbon. Mi era piaciuta un sacco The Boys, poi roba alla Love Death & Robots…

    1. Altered carbon mi è piaciuta tanto, veramente tanto, la prima stagione, la seconda un pò meno, ma non era male neppure quella.

      The boys non l’ho vista e non so ci cosa parla e ho iniziato a vedere un paio di episodi di Love Death & Robots, ma al momento un pò mi annoiano (ho letto e visto troppe cose di fantascienza “classica” e alcune cose mi sembrano ripetitive).

      Su netflix di coreano prova a vedere Hellbound,
      (Esseri ultraterreni emettono violente condanne, mandando le persone all’inferno e dando origine a un gruppo religioso fondato sull’idea della giustizia divina.)

      oppure my name
      (Dopo l’omicidio del padre, una donna in cerca di vendetta si affida a un potente boss del crimine e sotto la sua direzione si infiltra nel dipartimento di polizia)

      oppure Law school
      (dopo un terribile incidente avvenuto all’interno della sua prestigiosa scuola, un professore di diritto e i suoi ambiziosi studenti mettono alla prova la giustizia attraverso la legge)

      Alcuni però non sono doppiati, solo con i sottotitoli

    1. PS: anche the silent sea su netflix è molto carino
      (In una pericolosa missione di 24 ore sulla Luna, un gruppo di esploratori cerca di recuperare alcuni campioni da una misteriosa stazione spaziale abbandonata)

      1. Sono andata a vedere cosa era “The boys” e quindi ho scoperto che la prima stagione su Prime l’avevo vista :))) aspettavo la seconda, che però poi non ho più…. perchè quando tra una stagione e l’altra fanno aspettare troppo io perdo interesse e vengo risucchiata da altro.

        Quindi non so se vederla ora o no…

    1. Neppure io credo che faccia per te, in genere questo tipo di storie prende di più il gentil sesso (che poi non so perchè ci chiamano gentile che a volte siamo rudi come scaricatori di porto)

      Secondo me per te potrebbero andare un paio che ho consigliato sopra a Kaa, Hellbound e Law school

      1. Hellbound mi è piaciuta molto, aspetto la seconda stagione per farmi un’idea più precisa. Law School non so, ho cercato qualche recensione ma ho tanta roba ancora da vedere…

      2. Hai già letto di una seconda stagione?

        Perchè i coreani spesso si fermano a una, anche se ultimamente (da quando collabora con netflix) arriva a farne due.

        L’hanno conclusa che potrebbe fermarsi anche così, lasciando libera interpretazione del futuro.

        Per Law School è difficile (per il momento) trovare recensioni delle serie coreane (anche se dopo Squid Game. cominciano a vederle) da noi.

        Comprendo il “tanta roba da vedere”, io ho le liste chilometriche…. 🙂 ma se un giorno proprio non sai che fare prova a vederlo,
        Le recensioni sono sempre comunque guardate con l’occhio di un’altro, e quello che a quell’occhio non piace, a te potrebbe piacere.

      3. Ah. Davo per scontato che ci fosse una seconda stagione ma in effetti non l’ho letto da nessuna parte. Potrebbe essere finita così? Ci sta, anche se ha lasciato un po’ di interrogativi…
        Per me in coda adesso ci sono Stranger Things, Severance, Taboo e un altro paio che guardo a momenti alterni.

      4. Gli interrogativi sono un finale aperto
        (si sono lasciati aperti la possibilità di un’altra stagione, ma chiudendo allo stesso tempo).

        I coreani tendono a fare stagioni singole da 16 episodi.

        Infatti D.P. Dog Day (se non l’hai vista te la consiglio vivamente, ci sono in giro anche le recensioni di questo) fanno due stagioni, ma la prima è di 6 episodi… praticamente hanno scisso in due la loro media di puntate a serie :))

        Su Netlix attualmente sto rivisitando The Big Bang Theory e l’ultima cosa che son riuscita a vedere era una serie italiana “Guida astrologica per cuori infranti” una commedia divertente.

        Ma faccio fatica a tornare in “occidente” con le serie.

        Severance di cosa parla?

      5. Severance parla di un gruppo di dipendenti di una azienda misteriosa che, attraverso un procedimento particolare, separa i ricordi della vita lavorativa da quella privata. In pratica questi dipendenti hanno due vite e ognuna ignora cosa fa nell’altra. Non so ancora come si evolve, so che è un thriller diretto da Ben Stiller, molto acclamato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...