CONTAGIO


Questo tuo baciarmi l’incavo del collo, voce bassa e lenta sussurra nell’orecchio, sorridi potente canzonandomi.

Facile per te prendermi quando ti avevo indicato la strada, meno semplice per me cercarti dove mi avevi mandato, sapendo che non ti avrei trovato.

Poco cambia che ora io sorrida e ti canzoni, mentre tu mi cerchi dove non mi trovi.

Ci son dita che una volta sfiorate, si ricordano la pelle toccata, quando meno te lo aspetti, risalgono al cuore.

Giochi di ruolo, giochi di guerra, giochi di pelle, giochi convinto di vincere ma non sai che ti ho contagiato quel tuo lembo di pelle tatuato.
hair